Valdimare

Valdimare

IGT Toscana Bianco

Camminando, quattro anni fa, con l’amico agronomo, Stefano Pinzauti, ai bordi di un uliveto che si sporge sulla Val di Cecina, rimasi colpito da una grossa conchiglia fossile, emersa dal terreno appena arato. Stefano si fermò per guardare il fossile. Si accovacciò, poi prese un po’ di terra e la fece scivolare tra i palmi delle mani, per saggiarne la consistenza.La tastò attentamente schiacciandola tra il pollice e l’indice. “Argille marine – sentenziò -. Ottimo terreno per un grande bianco”. Riflettendo, proseguì: “Magari un Riesling, che predilige questi terreni. Certo qui non vi è il clima dell’Alsazia, ma le brezze del mare e il fresco della valle del Cecina potrebbero aiutare“.

Così è nato il Valdimare. Un Riesling “toscano”, con profumi che vanno dalla mela verde alla complessità dei fiori d’acacia, in un delicato equilibrio tra la freschezza e la sapidità di una vendemmia tardiva.

valdimare
pdfriconoscimenti